1

Come sI usa il Superbonus?

check sotto forma di detrazione fiscale
check come sconto in fattura
checkcedendo il credito d’imposta
voglio sapere di più
Il Superbonus 110%, o Ecobonus 110%, è un’agevolazione fiscale introdotta con il “Decreto Rilancio e successivi provvedimenti".

È vantaggioso perché innalza fino al 110% l’aliquota di detrazione delle spese
sostenute a partire dal 1° luglio 2020 per gli interventi di riqualificazione ed efficientamento energetico e per il consolidamento antisismico.

A quali interventi si applica?

Puoi utilizzare il bonus per lavori che permettono di migliorare le prestazioni energetiche della tua casa o che la rendono più sicura.

Ad esempio, per interventi di:

  • isolamento termico;
  • installazione di impianti fotovoltaici e dei sistemi di accumulo;
  • riduzione del rischio sismico;
  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale;
  • installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici.
interventi

Nota bene! I lavori che rientrano nel Superbonus sono di due tipologie:
“Trainanti o “Principali” e Trainati. Questi ultimi rientrano solo se realizzati in abbinamento ai Trainanti.

Approfondisci la differenza tra Trainanti e Trainati. Approfondisci

QUALI SONO LE ALIQUOTE E LE SCADENZE?

aliquota e scadenze

Il Superbonus si applica alle spese sostenute a partire dal 1° luglio 2020 e con aliquote e scadenze diversificate a seconda della tipologia di intervento o della combinazione di interventi effettuati.

Aree sismiche: Superbonus con detrazione piena (senza riduzione progressiva dell’aliquota) per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2025 per immobili in aree colpite da eventi sismici a partire dal 2009.

Condomini e edifici plurifamiliari (2-4 unità immobiliari di unico proprietario o in comproprietà): proroga scadenza e variazione aliquota 110% fino al 2023, 70% nel 2024, 65% nel 2025.

IACP cooperative e simili: proroga scadenza a dicembre 2023.

Villette ed edifici unifamiliari: proroga scadenza fino al 31 dicembre 2022 laddove al 30 giugno 2022 le opere siano realizzate almeno per il 30% dell’intervento complessivo.

Riqualificazione energetica: proroga scadenza a dicembre 2024 per tutte le  tipologie di beneficiari, le aliquote sono pari al 50%, 65%, 70%, 75%, 80%, 85%.

Recupero del patrimonio edilizio: proroga scadenza a dicembre 2024 per tutte le tipologie di beneficiari, aliquota pari al 50%.

Bonus facciate: proroga scadenza a dicembre 2022 per tutte le tipologie di beneficiari e aliquota ridotta dal 90% al 60% (il 90% resta applicabile solo sulle spese pagate entro il 31 dicembre 2021).

Sisma bonus: proroga scadenza per tutte le tipologie di beneficiari al 31 dicembre 2024, le aliquote sono pari al 50%, 70%, 80%, a seconda della riduzione della classe di rischio sismico, 75% e 85%, laddove effettuato su parti comuni dell’edificio.

Bonus colonnine elettriche: proroga scadenza al 31 dicembre 2024, aliquota al 50%.

Bonus Eliminazione Barriere Architettoniche: introduzione del nuovo Bonus con detrazione a 5 anni scadenza 31 dicembre 2022, aliquota al 75%. Il limite di spesa è variabile in funzione della natura dell'edificio oggetto d'intervento.

Cosa serve per usufruire delle agevolazioni?

È necessario che i lavori/interventi effettuati siano accompagnati dal visto di conformità e dall’asseverazione tecnica.

Tale documentazione non è obbligatoria per i bonus ordinari (ad eccezione del Bonus Facciate) con importo lavori inferiore a 10.000 euro e per opere classificate in "edilizia libera".

Il Superbonus si applica ai lavori che ho fatto?

contattaci

Chi può beneficiare del Superbonus

La detrazione spetta ai soggetti che possiedono o detengono l’immobile oggetto dell’intervento in base a un titolo idoneo al momento di avvio dei lavori o al momento in cui sostengono le spese.

 
  • Persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti o professioni
  • Condomìni, per la realizzazione di lavori sulle superfici comuni come l’installazione di impianti fotovoltaici, sostituzione caldaia o cappotto termico
  • Cooperative di abitazione a proprietà indivisa
  • Istituti autonomi case popolari (IACP)
  • Organizzazioni senza scopo di lucro, organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale del terzo settore
  • Associazioni e società sportive dilettantistiche (ASD), ma solo per gli interventi su immobili o parti di immobili adibiti a spogliatoi
  • Comunità Energetiche rinnovabili costituite in forma di enti non commerciali (solo per l’installazione di impianti fotovoltaici fino a 200 KW);

L’offerta in BCC

Le BCC del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea possono supportare privati e imprese
con finanziamenti e prodotti dedicati.

Privati

Per i proprietari di immobili che vogliono incrementare il valore della propria abitazione e ridurre i consumi energetici futuri usufruendo dei crediti di imposta che arrivano, a seconda del tipo di intervento effettuato, fino al 110%.

Condomìni

Per i condomini che intendono sfruttare le agevolazioni fiscali legati ad interventi di efficientamento energetico, Sismabonus, fotovoltaico usufruendo dei crediti d’imposta attualmente vigenti.

Imprese

Per le imprese che intendono acquistare dai propri committenti il credito di imposta derivante dai lavori appaltati/svolti e che in conseguenza di ciò potrebbero avere esigenze di liquidità per sostenere le proprie attività.